sabato 21 maggio 2016

Proiezione del documentario VITAE ad Oristano

Il 20 maggio 2016,su iniziativa dei BioResistentiil racconto documentario VITAE di Davide Vanni è stato proiettato ad Oristano presso il Centro servizi culturali UNLA. Il film ha emozionato il numeroso pubblico presente, che dopo la proiezione ha dialogato appassionatamente col regista.

Vitae 
Novembre 2014, novembre 2015. Un anno, un’annata, un viaggio, un percorso per raccontare uomini, donne e piante di viti più o meno giovani, più o meno vecchie. Vecchi treni, autobus, traghetti e metropolitane per il susseguirsi di un unico viaggio. 
Venti regioni. Cinquanta aziende accomunate da una filosofia e pratica artigianale nella conduzione della vigna per una qualitativa produzione di vino.
Un racconto fatto di azioni. Quelle veloci e abili delle diverse fasi lavorative: dalla preparazione del terreno dopo la vendemmia, alla potatura, la selezione dei germogli, l’invaiatura dell’uva, la selezione dei grappoli, la vendemmia, la pulizia delle botti, l’imbottigliamento, gli assaggi. Un racconto fatto di relazioni. Rapporti tra padri e figli, discordanze e diversità di abitudini, collaborazioni e fiducie reciproche. Generazioni. Rapporti con la natura. E dal suo contesto allargato che sa andare oltre la monocoltura nella direzione di una biodiversità.
Un racconto di vita e di vite. Una vite, tante vite.


Davide Vanni dialoga con Luigi Manias
L'evento si è concluso piacevolmente in una cena degustazione con i vini di Altea Illotto e Deperu Holler, vignaioli sardi presenti nel documentario
.